Offerta Formativa

La Federazione Internazionale di Croce Rossa invita le Società Nazionali di Croce Rossa ad adoperarsi attraverso una serie di Obiettivi affinché si possa arrivare con successo alla realizzazione dei contenuti delle Strategie 2020.

La diffusione delle Manovre Salvavita Pediatriche rientra specificatamente nell’Obiettivo Strategico n.1:

  • Migliorare lo stato di salute delle persone e delle comunità.
  • Proteggere la vita e fornire supporto socio-sanitario alle comunità.
  • Costruire comunità più sicure attraverso la promozione della salute.
  • Assicurare l’acquisizione di competenze da parte della comunità per proteggere la propria vita e quella degli altri.

Lo sviluppo dell’individuo passa necessariamente anche attraverso la promozione della salute, intesa come “uno stato di benessere fisico, mentale e sociale” (OMS), che richiede quindi un approccio globale e integrato dell’individuo, basato sulla persona nel suo intero e nei diversi aspetti della sua vita.

Ecco perché Croce Rossa Italiana pianifica ed implementa attività e progetti di assistenza sanitaria, di tutela e promozione della salute volti alla prevenzione e alla riduzione della vulnerabilità individuale e della comunità, incoraggiando l’adozione di misure sociali e comportamentali atte a determinare un buono stato di salute.

In questo contesto si colloca il Progetto Manovre Salvavita Pediatriche che include non solo percorsi formativi ma anche momenti informativi gratuiti. Gli argomenti trattati vertono sulla disostruzione delle vie aeree in età pediatrica, le manovre di rianimazione cardiopolmonare in età pediatrica, il primo soccorso pediatrico e la diffusione di un corretto schema comportamentale al fine di ridurre al minimo il rischio di morte per SIDS (Progetto Sonno Sicuro).

Alcuni numeri per capire e diffondere le Manovre Salvavita Pediatriche:

  • L’incidenza dell’arresto cardiaco in età pediatrica è di 10 su 100.000 bambini: in Italia circa 450/500 bambini all’anno.
  • Quanti si salvano? 1 su 10
  • Solo 3 su 10 vengono rianimati in ambiente extra ospedaliero e l’83% dei sopravvissuti non riporta un danno neurologicoIn sintesi se tutti i bambini con arresto extraospedaliero ricevessero una RCP PRECOCE potremmo salvare 300 bambini l’anno.
  • 40 – 50 bambini all’anno muoiono per ostruzione da corpo estraneo. Le manovre di disostruzione risolvono il problema nell’80% dei casi.In sintesi, se tutti sapessero fare correttamente le manovre, potremmo salvare circa 35 bambini all’anno.Se ogni singolo cittadino conoscesse le regole del Sonno Sicuro potremmo ridurre drasticamente il numero delle morti improvvise in culla (SIDS).