Rivedersi belle con un nuovo vestito, un paio di pantaloni di un colore che mai avremmo osato  indossare, un foulard che incornicia il nostro volto. A costi (quasi) zero e compiendo anche un gesto di solidarietà. 
Questo lo spirito dello swap party benefico in programma il 10 novembre dalle 15 alle 17.30 nella sede del Comitato monzese della Croce Rossa Italiana (via Pacinotti 2).

In ogni guardaroba femminile ci sono in media 20 abiti che non vengono indossati – spiega Lucia Perfetti, specializzata in arteterapia e percorsi di crescita personale e professionale che condurrà l’incontro con la consulente di immagine Anita Ferraro -. Taglia errata, chili di troppo, moda superata, sensi di colpa per acquisti impulsivi, fanno conservare negli armadi jeans, vestiti, maglioni e giacche che non vengono utilizzati per anni, ma che indossati da altre donne  potrebbero avere una seconda vita. Lo spirito di uno swap party è questo: lasciar andare qualcosa che a noi non va più e trovare in quello che qualcun altro ha lasciato andare qualcosa che ci piace, ci fa sentire bene, ci rende felici. Alla base di tutto ci sono rispetto e condivisione, a dimostrazione del fatto che anche lo scambio d’abiti può essere un momento di benessere”.

Le partecipanti potranno scambiarsi gli abiti, seguendo i consigli delle due esperte, rinnovando il proprio guardaroba e valorizzando la propria figura, rinnovando il piacere di abbinare forme, tessuti e colori.

Ma non solo: i fondi raccolti verranno devoluti al Comitato monzese della Croce Rossa Italiana a sostegno delle numerose attività che svolge a favore del territorio. 

La partecipazione è a offerta libera a partire da 10 euro.

Al termine un piccolo rinfresco da condividere insieme.