Con questo progetto vogliamo offrire ai ragazzi delle classi terze della Scuola Secondaria di primo grado la possibilità di

  • Rivedere la “Grande Guerra”, che 100 anni fa ha cambiato il mondo e la mentalità dei popoli, attraverso i racconti e gli aneddoti della vita di trincea che ci sono stati tramandati da chi l’ha vissuta quotidianamente.
  • Osservare i reperti storici e i manufatti dei soldati e capirne il significato.
  • Accostarsi, attraverso la “memoria” degli atti e delle azioni compiute nel passato, alle regole del Diritto Internazionale Umanitario per scoprire la sua importanza nel nostro mondo

In un primo incontro nelle singole classi mostreremo, con l’ausilio di slide, gli strumenti impiegati durante il conflitto, sia da parte italiana sia austriaca. Questo permetterà ai ragazzi di sviluppare una consapevolezza storica sull’evoluzione della tecnologia durante quello che è stato chiamato “il secolo breve”. Evoluzione che poi si è riversata nella vita civile.

 


In un secondo incontro esamineremo, sempre con l’aiuto di slide e di foto d’epoca, gli aspetti umani del conflitto, la vita in trincea ed i disagi che essa comportava, la ripercussione della guerra sui civili, la gestione dei prigionieri, le malattie e la cura dei feriti, per sviluppare, anche in questo modo, una consapevolezza storica di quanto enorme sia stato il progresso, senza dimenticare il grande cambiamento geografico che si è venuto a determinare.

I ragazzi concluderanno il Progetto come protagonisti:

  • della “Vetrina” da allestire e illustrare agli adulti. I ragazzi potranno “toccare” gli oggetti, non solo vederli in una mostra o su di uno schermo, e vivere un’esperienza vera, non solo virtuale.

Con la collaborazione dei docenti e dei Volontari di Croce Rossa, i ragazzi illustreranno, utilizzando tecniche diverse, il percorso fatto nell’ambito del progetto, sia come conoscenza storica, sia come crescita personale e allestiranno un piccola mostra all’interno della scuola dedicata agli adulti (genitori, ma non solo).

Potranno così concretizzare le informazioni ricevute e portarle anche fuori dalla scuola perché certe realtà, nonostante il passare del tempo, si possono incontrare ovunque, quando uno meno se lo aspetta, e bisogna quindi saperle riconoscere.

  • di alcune tappe del “Raid Cross” adatte alla loro età, da condividere con gli Istruttori.

Si prevedono, in ogni singola classe:

  • 2 lezioni di un’ora ciascuna per la parte storica. Le lezioni saranno tenute dal Sig. Roberto Gobetti, collezionista e segretario dell’Accademia di San Marciano di Torino.
  • 2 lezioni di un’ora ciascuna per la parte di Diritto Internazionale Umanitario e per la Storia della Croce Rossa. Le lezioni saranno tenute da Istruttori di Croce Rossa.

 

Il Sig. Gobetti e i Volontari di Croce Rossa si renderanno poi disponibili per seguire i ragazzi nell’allestimento della “Vetrina” e nell’organizzazione delle tappe di “Raid Cross” nei modi e nei tempi concordati con la Scuola.