Infine è arrivato, il giorno della partenza. Sono oramai 15 anni che mi preparo per le attività in emergenza ma nonostante tutto, e nonostante non sia la prima esperienza in scenari simili, mi trovo ad essere un po’ teso per ciò che nella prossima settimana 10290619_10203628919794024_4643720890066021910_ndovremo affrontare. Se c’è una cosa che ho imparato è che la Croce Rossa non manda allo sbaraglio i propri volontari, ma forse proprio per questo sono a riflettere su quanto significhi indossare un emblema tanto prestigioso. Dobbiamo essere capaci di eguagliare chi ha indossato
questa divisa prima di noi e non sfigurare con chi ci seguirà. Perché la CRI è anche questo, prima di iniziare a lavorare dobbiamo essere riconosciuti come coloro i quali, in caso di necessità, sostengano e la soccorrano la popolazione con umanità. Ma ora è arrivato il momento di partire, farò il viaggio con due volontari di Brugherio, Sebastiano Siracusano ed Elisa Villa. Sicuro che come me faranno un ottimo lavoro. D’altronde indossano la stessa divisa e credono negli stessi valori.

Giuseppe Barca – Volontario CRI Agrate Brianza